Meetup Movimento 5 Stelle San Pietro Infine

lunedì 8 gennaio 2018

GENNARO MORGILLO CANDIDATO ALLE PRIMARIE ON -LINE DEL M5S PER LE PROSSIME POLITICHE PARLAMENTARI 2018,
CHE PROBABILMENTE SI TERRANNO DOPO LA META’ DI GENNAIO 0
2018. LO SCORSO 02 GENNAIO 2018 HO POSTATO LA CANDIDATURA CHE IL MOVIMENTO AVEVA RELEGATO A TUTTI COLORO CHE VOLESSERO PARTECIPARE ALLE PRIMARIE,COSICCHE’ TROVERETE E SE LO VORRETE DARMI L’APPOGGIO ALLE PRIMARIE,VISIONANDO IL PROGRAMMA DA ME POSTATO ED EVENTUALMENTE ANCHE UN VIDEO MESSAGGIO SE IL MOVIMENTO DOVESSE RICHIEDERLO. IN ATTESA SALUTO CON AFFETTO E STIMA.

GOVERNO A 5 STELLE

Poco tempo fa,vi avevo promesso di raccontarvi una piccola storia fantasiosa ma che se analizzate bene potrebbe risultare realistica. La storia è intitolata:

RENZO e LUCIA.

Ho preso in prestito questi due nomi propri dalla letteratura manzoniana, perché ricordo che questi due personaggi avevano un animo molto puro e cristiano. Ora con un po' di fantasia trasportiamo i due soggetti nella nostra epoca e li troviamo distesi sotto un albero di quercia adagiati su un letto di margherite. La mano di Renzo cerca di entrare nel collant di Lucia, ma il gesto viene fermato dalla mano di lei,perché non hanno preso nessuna precauzione. Essendo ventiottenni e disoccupati, il loro rapporto sessuale non viene vissuto in modo naturale e amoroso, perché se Lucia dovesse rimanere in cinta, i due giovani avrebbero enormi difficoltà esistenziali essendo disoccupati. Come vediamo la disabilità economica intoppa anche chi vorrebbe incrementare la specie umana.
Invece se i due giovani vivessero la loro realtà in un GOVERNO a 5 STELLE, non sarebbero in una condizione di disoccupazione, infatti entrambi starebbero già lavorando per il loro comune di residenza percependo il reddito di cittadinanza e nel momento in cui Lucia dovesse rimanere in cinta, potrebbe restare tranquillamente a casa, continuando a percepire il reddito suddetto. Ma non solo questo, infatti uno di loro o entrambi potranno in qualsiasi momento della loro esistenza, abbandonare il reddito nel caso in cui dovessero trovare un altro lavoro che considerano piu’ gratificante. Inoltre se il nuovo lavoro ad un certo punto non dovesse piu’ soddisfare la situazione, potrebbero tranquillamente ritornare all’origine del reddito suddetto.
Come possiamo notare la disoccupazione avrebbe una diminuzione molto drastica… in effetti il reddito di cittadinanza è un supporto per i disoccupati che in qualsiasi momento potrebbero abbandonare nel caso in cui dovessero trovare condizioni di lavoro migliori economicamente parlando.
Se volete che tutto vada in porto cominciate per cortesia ad analizzare un nuovo futuro che darà delle garanzie di stabilità economica. Inoltre siate così gentili da condividere il tutto in modo che l’idea venga letta e visionata da piu’ persone nella rete.
In basso potrete visionare il disegno di legge che presenterò alle prossime primarie:GENNARO MORGILLO M5S


PROGRAMMA ELETTORALE


BOZZA DEL DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE PER DARE IL REDDITO DI CITTADINANZA PERMANENTE ALLE CASALINGHE (780 €).

ETEROSESSUALITA’ ED OMOSESSUALITA’

COPERTURA FINANZIARIA
La copertura finanziaria si avrebbe mettendo un’accisa di 0,05 cent. di €, su ogni litro di idrocarburi consumati giornalmente in Italia. Ed anche sulle energie alternative in vigore ed anche su quelle future.
Art.1) Le ragazze madri e i ragazzi padri che si trovano disoccupati, potranno richiedere l’erogazione economica in ambito casalingo; compresi anche gli assegni familiari dei figli previsti dalla legge in vigore.
Art.2) Nel momento in cui i soggetti suddetti dovessero unirsi ad un partner, potrebbero in qualsiasi momento, se lo volessero, lasciare l’erogazione economica per andare a lavorare esternamente al nucleo di coppia. Ed in qualsiasi altro momento, potrebbero decidere di lasciare il lavoro esterno e tornare al nucleo di coppia e ricevere di nuovo l’erogazione economica.
Art.3) In caso di separazione si provvederà agli interventi tenendo presente la legge in vigore.
Art.4) Diritti alla reversibilità previsti dalla legge in vigore.
Art.5) Nel caso in cui non ci siano minori a carico di singoli o di coppie, l’erogazione economica potrà essere richiesta solo dopo il compimento del trentesimo anno da un solo soggetto della coppia. Anche nel caso di donne singole.
Art.6) Si preferirebbe che all’interno di una coppia, la figura femminile sia quella più opportuna nel richiedere l’erogazione economica, per tutelare maggiormente il senso di maternità. Mentre il partner potrebbe essere inserito nel reddito di cittadinanza.
Art.7) E’ bene precisare che questa idea dovrà essere interpretata in appoggio al reddito di cittadinanza.
Art.8) In una coppia omosessuale maschile, solo uno di loro potrà chiedere l’erogazione economica (casalingo), mentre l’altro potrà se lo vorrà usufruire solamente del lavoro esterno al nucleo di coppia che naturalmente potrebbe comprendere il reddito di cittadinanza.
Art.9) Anche nella coppia omosessuale femminile, varrà la regola dell’articolo 8.
Art.10) Nelle coppie omosessuali, in presenza di figli minori, gli assegni previsti per costoro, potranno essere erogati verso uno dei due soggetti che formano la coppia.

METODOLOGIA

Art.11) Tutti coloro che ritengono di avere i requisiti per il diritto all’erogazione economica dovranno farne richiesta al comune di residenza, presentando certificato di disoccupazione, insieme ad un documento che dimostri la cittadinanza italiana, stato di famiglia, certificazione I.S.E.E. il comune a sua volta, informerà telematicamente il Ministero delle politiche sociali, il quale a sua volta erogherà la somma a partire dal IV mese dalla richiesta. Le falsità saranno punite sia dal richiedente e sia dal sindaco avallante, secondo la legge in vigore. Le richieste possono essere presentate subito dopo dall’entrata in vigore della legge (in ogni momento successivo).Dal momento in cui tale proposta dovesse diventare legge, dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, subito dopo, cioè il giorno dopo inizierà la raccolta monetaria dell’accisa di 0,05 cent.di € sopra citata. Questa raccolta probabilmente verrà abbinata ad un conto corrente bancario della banca d’Italia. Tale conto corrente sarà collegato al Ministero delle politiche sociali.

Art. 12) E’ opportuno introdurre la moneta elettronica per verificare la tracciabilità dei movimenti del denaro.
Art.13) Dal VII mese dalla promulgazione della legge, una commissione da definire, inizierà uno studio per verificare la possibilità di migliorare la condizione economica dei disabili, ed anche i lavoratori part time e di tutte quelle pensioni che si trovano al di sotto dei 780 € mensili.

VANTAGGI
1)VANTAGGIO
Tutte le donne che vorranno entrare nel programma casalingo,lo potranno fare qualora abbiano compiuto il trentesimo anno di età. La suddetta età può venire abolita nel caso in cui ci fossero un figlio o piu’. Naturalmente l’eventuale accettazione costituirebbe la cancellazione dalle liste di collocamento.

2)VANTAGGIO

Anche le donne che lavorano all’esterno,potranno se lo vorranno entrare nel programma, perché in effetti le lavoratrici per andare a guadagnare in fabbrica o in qualsiasi altro luogo,sono costrette a spendere per recarsi sul luogo di lavoro. Cosicché alla fine del mese lo stipendio ricevuto non sarà totale, perché si saranno dovute sottrarre le spese per andare a guadagnarlo. Invece rimanendo in casa, i 780 € avrebbero una totale efficienza. Inoltre i posti lasciati vacanti dalle donne potrebbero essere rioccupati da i disoccupati.


3 VANTAGGIO

Questa idea non vuole assolutamente sembrare un degrado della figura femminile, ma vorrebbe altresì dare alla donna un’opportunità in piu’ della sua maternità vitale. E’ bene precisare che la donna sarà libera di scegliere serenamente ogni decisione in proposito.

4)VANTAGGIO

Inoltre questa erogazione di denaro andrà inevitabilmente a migliorare la reale esistenza economica di singoli o di nuclei familiari e di conseguenza i consumi della collettività aumenteranno senza ombra di dubbio, perché tutte le situazioni esistenziali verranno irrorate da nuove entrate economiche che inevitabilmente sproneranno un aumento dei consumi, nonché un aumento della produzione totale



GENNARO MORGILLO

Nessun commento:

Posta un commento