Meetup Movimento 5 Stelle San Pietro Infine

giovedì 28 settembre 2017

INCREMENTO DEMOGRAFICO

Dietro le sofferenze economiche si è sviluppato un comportamento anomalo, perché le famiglie avendo difficoltà nello spendere, piano piano hanno diminuito il desiderio di mettere al mondo bambini. Infatti l’Italia è giunta purtroppo alla crescita zero. Sappiamo tutti che i figli costano per farli crescere in modo equilibrato e socialmente integrati fino alla maggiore età. Ma quando si arriva a questa tappa, le cose non migliorano perché i figli non trovando lavoro rimangono sulle spalle dei genitori, aggravando ancora di più la situazione. Bisogna riconoscere che le esigenze giovanili aumentano giorno dopo giorno e una volta usciti dall’ambiente scolastico, si trovano confusi nel mondo del nulla. Il primo motivo di sofferenza giovanile riguarda l’uscita dalla scuola. In effetti quando accade questo si accorgono di trovarsi impreparati ad entrare nel mondo del lavoro, perché gli anni scolastici non hanno insegnato competenze amministrative o produttive. Perché in effetti la scuola manca di programmi utili nel mondo del lavoro. Un altro aspetto dello studente è quello di dover chiedere continuamente raccomandazioni che fanno sentire il giovane e le loro famiglie, dei soggetti continuamente in preghiera , affinché un Santo in paradiso gli dia una mano nel farli entrare a lavorare. Il clientelismo è un altro aspetto negativo dell’evoluzione giovanile perché in effetti, i giovani non riescono a vedere o ad immaginare un futuro equilibrato e prossimo. Tutta questa insicurezza crea stati d’animo sofferenti, perché il giovane vorrebbe potersi creare un progetto di vita futura che però la condizione attuale non garantisce nulla di tutto questo. Restare in famiglia fa sentire il soggetto inutile. Invece la condizione ideale dovrebbe essere quella di garantire alle generazioni, stabilità e progettualità. Se poi ci aggiungiamo che il giovane vive continuamente in contesti illegali, piano piano si accorgerà che la corruzione purtroppo è l’unica strada percorribile, per ottenere un minimo di inserimento.

PROGRAMMA ELETTORALE PER LE PROSSIME PRIMARIE
GENNARO MORGILLO M5S


PROGRAMMA ELETTORALE


BOZZA DEL DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE PER DARE IL REDDITO DI CITTADINANZA PERMANENTE ALLE CASALINGHE (780 €).

ETEROSESSUALITA’ ED OMOSESSUALITA’

COPERTURA FINANZIARIA
La copertura finanziaria si avrebbe mettendo un’accisa di 0,05 cent. di €, su ogni litro di idrocarburi consumati giornalmente in Italia. Ed anche sulle energie alternative in vigore ed anche su quelle future.
Art.1) Le ragazze madri e i ragazzi padri che si trovano disoccupati, potranno richiedere l’erogazione economica in ambito casalingo; compresi anche gli assegni familiari dei figli previsti dalla legge in vigore.
Art.2) Nel momento in cui i soggetti suddetti dovessero unirsi ad un partner, potrebbero in qualsiasi momento, se lo volessero, lasciare l’erogazione economica per andare a lavorare esternamente al nucleo di coppia. Ed in qualsiasi altro momento, potrebbero decidere di lasciare il lavoro esterno e tornare al nucleo di coppia e ricevere di nuovo l’erogazione economica.
Art.3) In caso di separazione si provvederà agli interventi tenendo presente la legge in vigore.
Art.4) Diritti alla reversibilità previsti dalla legge in vigore.
Art.5) Nel caso in cui non ci siano minori a carico di singoli o di coppie, l’erogazione economica potrà essere richiesta solo dopo il compimento del trentesimo anno da un solo soggetto della coppia. Anche nel caso di donne singole.
Art.6) Si preferirebbe che all’interno di una coppia, la figura femminile sia quella più opportuna nel richiedere l’erogazione economica, per tutelare maggiormente il senso di maternità. Mentre il partner potrebbe essere inserito nel reddito di cittadinanza.
Art.7) E’ bene precisare che questa idea dovrà essere interpretata in appoggio al reddito di cittadinanza.
Art.8) In una coppia omosessuale maschile, solo uno di loro potrà chiedere l’erogazione economica (casalingo), mentre l’altro potrà se lo vorrà usufruire solamente del lavoro esterno al nucleo di coppia che naturalmente potrebbe comprendere il reddito di cittadinanza.
Art.9) Anche nella coppia omosessuale femminile, varrà la regola dell’articolo 8.
Art.10) Nelle coppie omosessuali, in presenza di figli minori, gli assegni previsti per costoro, potranno essere erogati verso uno dei due soggetti che formano la coppia.

METODOLOGIA

Art.11) Tutti coloro che ritengono di avere i requisiti per il diritto all’erogazione economica dovranno farne richiesta al comune di residenza, presentando certificato di disoccupazione, insieme ad un documento che dimostri la cittadinanza italiana, stato di famiglia, certificazione I.S.E.E. il comune a sua volta, informerà telematicamente il Ministero delle politiche sociali, il quale a sua volta erogherà la somma a partire dal IV mese dalla richiesta. Le falsità saranno punite sia dal richiedente e sia dal sindaco avallante, secondo la legge in vigore. Le richieste possono essere presentate subito dopo dall’entrata in vigore della legge (in ogni momento successivo).Dal momento in cui tale proposta dovesse diventare legge, dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, subito dopo, cioè il giorno dopo inizierà la raccolta monetaria dell’accisa di 0,05 cent.di € sopra citata. Questa raccolta probabilmente verrà abbinata ad un conto corrente bancario della banca d’Italia. Tale conto corrente sarà collegato al Ministero delle politiche sociali.

Art. 12) E’ opportuno introdurre la moneta elettronica per verificare la tracciabilità dei movimenti del denaro.
Art.13) Dal VII mese dalla promulgazione della legge, una commissione da definire, inizierà uno studio per verificare la possibilità di migliorare la condizione economica dei disabili, ed anche i lavoratori part time e di tutte quelle pensioni che si trovano al di sotto dei 780 € mensili.

VANTAGGI
1)VANTAGGIO
Tutte le donne che vorranno entrare nel programma casalingo,lo potranno fare qualora abbiano compiuto il trentesimo anno di età. La suddetta età può venire abolita nel caso in cui ci fossero un figlio o piu’. Naturalmente l’eventuale accettazione costituirebbe la cancellazione dalle liste di collocamento.

2)VANTAGGIO

Anche le donne che lavorano all’esterno,potranno se lo vorranno entrare nel programma, perché in effetti le lavoratrici per andare a guadagnare in fabbrica o in qualsiasi altro luogo,sono costrette a spendere per recarsi sul luogo di lavoro. Cosicché alla fine del mese lo stipendio ricevuto non sarà totale, perché si saranno dovute sottrarre le spese per andare a guadagnarlo. Invece rimanendo in casa, i 780 € avrebbero una totale efficienza. Inoltre i posti lasciati vacanti dalle donne potrebbero essere rioccupati da i disoccupati.


3 VANTAGGIO

Questa idea non vuole assolutamente sembrare un degrado della figura femminile, ma vorrebbe altresì dare alla donna un’opportunità in piu’ della sua maternità vitale. E’ bene precisare che la donna sarà libera di scegliere serenamente ogni decisione in proposito.

4)VANTAGGIO

Inoltre questa erogazione di denaro andrà inevitabilmente a migliorare la reale esistenza economica di singoli o di nuclei familiari e di conseguenza i consumi della collettività aumenteranno senza ombra di dubbio, perché tutte le situazioni esistenziali verranno irrorate da nuove entrate economiche che inevitabilmente sproneranno un aumento dei consumi, nonché un aumento della produzione totale



GENNARO MORGILLO

Nessun commento:

Posta un commento